Terminate le riprese del film

The Mystery of Europe è una realtà,  abbiamo terminato le nostre riprese e anche gli altri paesi sono nelle fasi conclusive. Si passerà al montaggio del film con le modalità che decideremo nel prossimo meeting a Torres Vedras in Portogallo . Intanto ecco le foto del back stage.

scene9-12 copertina

Leave a comment »

Un pomeriggio in laboratorio

queste sono delle immagini riprese durante le attività pomeridiane del martedì. Si stanno predisponendo gli oggetti che andranno a comporre la mostra da realizzare durante le giornate di Festa di Scienza e Filosofia che si svolgerà a Foligno in aprile. Ogni allievo contribuisce con il suo lavoro … mentre di sottofondo si sentono le voci del laboratorio di musica corale e del laboratorio teatrale……

laboratoriogalileo 026w

Leave a comment »

Il Sole in classe

assesoresoleIl Sole in Classe è un progetto voluto dal comune di Foligno che la scuola ha subito recepito con entusiasmo, perchè l’educazione ambientale è uno dei nostri obiettivi principali, ricordiamo che abbiamo due tetti fotovoltaici nei plessi di Belfiore e di S.G. Profiamma. Migliorare le conoscenze sulle energie rinnovabili e sulle buone pratiche ecologiche è stato possibile  grazie all’intervento dell’associazione Anter che, con due eventi uno per la scuola primaria e uno per la scuola secondaria di primo grado, hanno saputo coinvolgere gli alunni con una lezione informale, dinamica e partecipata. In rappresentanza delle istituzioni comunali è intervenuta l’assessore Rita Barbetti.

Leave a comment »

Analisi del 2014

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 9.500 volte in 2014. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 4 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Leave a comment »

Il Museo di Galileo

firenze14

Gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado di Belfiore e Colfiorito il giorno 28 novembre 2014 si sono recati a Firenze. Durante l’uscita didattica hanno visitato il Duomo e il Museo Galileo Galilei all’interno del quale sono conservate ed esposte collezioni di strumenti scientifici medicee e lorenesi a partire dall’epoca rinascimentale. La visita guidata al Museo ha permesso agli studenti di osservare e sperimentare importanti leggi della fisica e di comprendere in modo più approfondito le principali scoperte di Galileo Galilei.

Leave a comment »

studiare meglio … per i docenti

Per i docenti le modalità di reazione alle difficoltà degli allievi sono spesso inconsapevoli e automatiche. Se uno stesso atteggiamento si protrae nel tempo l’allievo tende a uniformarsi alle aspettative del docente.

DOCENTE UTOPISTA

E’ quello che si mobilita verso gli alunni problematici, attivando facilitazioni e attenzioni continue generando spesso nell’allievo uno stato demoralizzante del tipo “potrebbe ma non riesce” Gli allievi riconoscono la differenza tra un clima caldo e di fiducia da un clima di supporto quasi caritatevole. Spesso anche i corsi di recupero proposti diventano controproducenti (gli altri giocano io studio).

DOCENTE ETICHETTANTE

Valuta alla prima impressione e non cambia idea, non si fida dello studente. E’ brusco e trasmette sensazioni negative. Tratta in modo positivo gli alunni che giudica “bravi” e critica e rimprovera gli altri. Spesso nella correzione dei compiti è più punitivo con gli alunni etichettati negativamente.

DOCENTE “ALONE POSITIVO”

Molto coinvolto, incoraggia l’allievo verso lo sviluppo personale stimolando il senso di responsabilità. Di fronte alle difficoltà assume atteggiamenti di privilegio fornendo più tempo nei compiti, più attenzione durante le spiegazioni. Così facendo però aumentano la pressione sugli studenti in difficoltà che si sentono senza via di scampo.

ALCUNE CONSIERAZIONI SUI VOTI

6 politico, 6- d’incoraggiamento, 2 sadico nazista, 3,5 punitivo, 4,5 indecifrabile, 10 non pervenuto (non te lo darò mai, la perfezione è irraggiungibile).

Considerazioni tratte dal libro “lo studente strategico” Alessandro Bartoletti, edizioni Ponte alle grazie.

Leave a comment »

studiare meglio …per i genitori

Prendiamo in considerazione i genitori

GENITORE CRITICISTA

E’ autoritario, rigido squalificante. Pretende dai figli standard elevati, lancia giudizi negativi, sceglie al posto dei figli. Ricatta i figli emotivamente, li sminuisce non essendo mai contento dei risultati. Spesso coinvolge il figlio in altre attività (nuoto, calcio, danza, musica) dove sempre pretende il meglio.

GENITORE PERMISSIVO

Osserva i problemi di studio del figlio ma non si preoccupa, oppure delega l’aiuto che può dare cambiando la scuola, mandando il figlio a lezioni private. Quando è convocato dai docenti minimizza i problemi e tende a giustificare il figlio.

GENITORE SINDACALISTA

Difende ad oltranza il figlio, attacca i docenti qualsiasi sia il comportamento didattico. E’ sempre dalla parte del figlio.

IPER GENITORE

Molto coinvolto, preoccupato e ansioso aiuta i figli fin dalla scuola primaria, partecipa assiduamente alle attività della scuola (riunioni, colloqui). Al presentarsi dei problemi drammatizza e aumenta il suo intervento schiacciando la volontà del figlio.

I genitori e l’aiuto domestico

Non bisogna insistere sull’obbligo o sul dovere di studiare, ma fare leva sul piacere di conoscere.

AIUTO DIRETTO SACRIFICANTE

Il genitore si sostituisce al figlio nello studio. Ma così il figlio potrebbe sentirsi incapace o si potrebbe colpevolizzare per la fatica a cui costringe il genitore. Lo studente richiede continuamente aiuto oppure si arrabbia con chi lo aiuta perché non vuole sentirsi in debito.

AIUTO DEMOCRATICO-PERMISSIVO

Non si danno regole, non si guida il figlio verso l’apprendimento si ritiene che possa acquisire un metodo in modo “naturale”, ma la cultura è “artificiale” per definizione.

SPIEGAZIONE A OGNI ERRORE

L’eccesso di interruzioni mentre si segue lo studio del figlio genera confusione. Prima bisogna capire la parte generale poi si migliorano i dettagli. Il figlio crede che gli sbagli pesino molto di più del successo.

LE RIPETIZIONI (AIUTO DELEGANTE)

Il genitore spesso si sofferma sui contenuti piuttosto che recuperare le motivazioni. C’è da sperare nell’input positivo del docente di supporto. Le ripetizioni possono generare frustrazione ( i miei amici giocano e io devo ancora studiare)

AIUTO PSICOLOGICO

E’ sintetizzato dalla frase “alla mamma lo puoi dire!”, però la psicologia va praticata da professionisti, non ci si può improvvisare.

 

Considerazioni tratte dal libro “lo studente strategico” Alessandro Bartoletti, edizioni Ponte alle grazie.

 

Leave a comment »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.