Archive for aprile, 2011

Il Feroce Saladino Vince Ancora!

il nostro cortometraggio ” il Feroce Saladino” ha vinto a Torino il premio “25 aprile” assegnato dalla giuria del concorso “Filmare la storia” edizione 2011. La premiazione avverrà  presso la sala video della sala proiezioni del Museo Diffuso della Resistenza, l’11 maggio alle ore 15. Complimenti al nostro esperto di regia Matteo Lucidi e anche ai nostri bravissimi attori in erba!

Annunci

Leave a comment »

verso la conclusione

è finito il laboratorio cinematografico, volevo ringraziare le collaboratrici scolastiche Silvana e Floriana per la loro disponibilità. La prima ha messo a disposizione i locali della sua abitazione di Belfiore e la seconda ha interpretato la parte della mamma di Colomba. Queste foto ne sono la testimonianza. Un altro ringraziamento va all’Assessore Rita Zampolini che ha permesso di utilizzare la sala del consiglio comunale di Foligno dove sono state girate le ultime inquadrature.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leave a comment »

water

uscita didattica molto ben riuscita ad Assisi. Bella la città e la basilica di San Francesco. Bella la mostra ricca di spunti interessanti. Bravi anche i ragazzi che si sono comportati bene (ritardatarie a parte!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leave a comment »

Benedizione Pasquale

Il vescovo Gualtiero Sigismondi ha incontrato gli alunni della scuola di Colfiorito in occasione della benedizione pasquale il giorno 28 marzo, anticipando la visita pastorale che avverrà in Agosto per l’intera comunità dell’altopiano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leave a comment »

Yurij Gagarin

“Da quassù la Terra è bellissima, senza frontiere né confini”

Il 12 Aprile 2011 ricorre il cinquantesimo anniversario del primo volo umano nello spazio. Una ricorrenza importantissima per ricordare la prima conquista spaziale umana effettuata dal russo Yurij Gagarin con la navicella Vostok 1 che girò attorno alla Terra in un’ora e 48 minuti alla velocità di 27.000 km/h, raggiungendo un’altitudine massima di 302 km.
L’impresa di Gagarin è da annoverare tra quegli eventi che hanno segnato una svolta nella storia dell’umanità. Con questo volo l’uomo entra nell’era dell’esplorazione dello spazio condotta non solo e non più mediante strumenti, sonde ed altro, ma con la presenza fisica dell’uomo stesso che prende possesso, conoscenza e una dimensione particolarissimi: quella di come si può andare nello spazio, rimanerci, lavorando in stazioni orbitanti e tornando poi sulla Terra.
Con le parole “Si va!” Yurij Gagarin comincia il suo viaggio dando ufficialmente il via al suo mito ed aprendo la strada verso altre straordinarie conquiste.
dal comunicato dell’associazione astronomica Rethicus.

Leave a comment »